8 Log | 8LOG TUTTE LE NOTIZIE DELLA RETE

set/14

19

Senza nessuna pietà

Mimmo (un ottimo Pierfrancesco Favino) vorrebbe fare solo il muratore, perché gli piace più costruire palazzi che rompere le ossa agli altri

No tags

Esordio esplosivo per la Roma in Champions League. Che l’avversario, il CSKA di Mosca, non fosse di primissimo piano era chiaro già alla vigilia. Così come era chiaro, dalle scelte di formazione viste contro l’Empoli sabato scorso, che Rudi Garcia voglia fortemente passare il girone, nonostante la concorrenza di due “big” come Bayern Monaco e Manchester City. Certo è che in pochi avrebbero pronosticato un 5 a 1 interno, con 4 gol arrivati nei primi 30 minuti del match che mettono in evidenza tutte le qualità dei giallorossi e tutti i difetti dei russi, apparsi fragilissimi. Il campo però non mente mai, la Roma è devastante e se non si prendono le contromisure adatte ha la capacità di affondare il colpo con una facilità disarmante.

Il protagonista della partita, nonostante un’ottima prova collettiva, è lui: Gervinho. L’esterno d’attacco ivoriano fa tutto quello che vuole e lo fa bene, benissimo. Le sue accelerazioni sono semplicemente devastanti e non difetta di altruismo. Proprio un suo scatto con conseguente assist per Iturbe permette di sbloccare il risultato. Imbarazzante la difesa russa che si lascia bucare e nell’uno contro uno Akinfeev non può nulla. L’Olimpico esplode, non avrà quasi terminato di esultare per il primo gol quando Gervinho decide di vestire i panni del finalizzatore. In posizione da “prima punta” riceve in area uno dei tanti palloni messi al centro rasoterra (secondo i dettami del gioco di Garcia) dalla fascia e batte nuovamente il portiere russo.

Il CSKA prova timidamente a reagire, ma la migliore occasione arriva soltanto per via di un contrasto troppo morbido (e un po’ sfortunato) di Maicon rimasto ultimo uomo sugli sviluppi di un corner. Doumbia è caparbio, si invola tutto solo verso la porta di De Sanctis che lo aspetta e deve soltanto raccogliere il tiro, mal calibrato, dall’attaccante che rimarrà, nonostante questo episodio, il migliore dei suoi nell’arco dei 90 minuti almeno sul piano della volontà.

Si passa rapidamente dal possibile gol che poteva riaprire il risultato alla papera di Akinfeev che non riesce a bloccare un tiro potente, ma non imprendibile, calciato proprio da Maicon all’interno dell’area di rigore da posizione defilata. 3 a 0. La Roma rallenta leggermente il ritmo, ma il possesso palla degli ospiti è sterile e il tentativo di affacciarsi in avanti diventa una condanna.

Totti, che rimane a secco di gol, dispensa lanci lunghi di prima intenzione che favoriscono gli scatti di Florenzi (entrato per l’infortunato Iturbe, da valutare le sue condizioni, ma non sembra nulla di grave) e del solito Gervinho. Al terzo tentativo l’ivoriano non si fa pregare, scappa via, entra in area, sterzata che manda a vuoto il diretto avversario e palla depositata nell’angolo sulla quale Akinfeev, stavolta, non può nulla.

AS Roma v PFC CSKA Moskva - UEFA Champions League

Si va al riposo sul 4 a 0, la ripresa perde di senso, anche se bastano poche iniziative ai giallorossi per arrivare al quinto gol (un autorete di Ignashevich che anticipa Florenzi di testa ed insacca nella sua porta) e per sfiorare in almeno altre tre occasioni la sesta segnatura. Dalla parte opposta i russi provano a tirare fuori un po’ di orgoglio, ma al di là del gol della bandiera di Musa sono anche maledetti dalla sorte trovando due volte la traversa sulla loro strada, prima con Doumbia poi con Milanov. In questo caso siamo di fronte al tipico “gol fantasma” che la tecnologia vista al Mondiale in Brasile avrebbe consentito di convalidare, ma in questo caso gli assistenti non hanno supporti esterni e si “perdono” il rimbalzo oltre la linea del pallone calciato con grande violenza dal limite dell’area.

A ravvivare il finale ci pensano i tifosi russi, aggrediti nel prepartita (2 accoltellati dai soliti ultras giallorossi). Proprio loro si rendono protagonisti di un tentativo di sfondamento della linea predisposta dagli steward mentre parte un fitto lancio di fumogeni verso i settori occupati da sostenitori giallorossi. Il match viene interrotto per un paio di minuti ed è necessario l’intervento della polizia all’interno dello stadio, ma tutto sembra risolversi senza gravi conseguenze. La Roma può gioire, anche se è costretta a chiudere la partita in 10 a causa dell’infortunio al ginocchio di Astori (anche qui, da valutare nei prossimi giorni) arrivato quando Garcia aveva esaurito tutte le sostituzioni. Intanto a Monaco di Baviera il Bayern vince di misura sul Manchester City, i verdetti di questo girone sono tutt’altro che scontati.

Le foto di Roma – CSKA Mosca 5-1

Le foto di Roma - CSKA Mosca 5-1Le foto di Roma - CSKA Mosca 5-1Le foto di Roma - CSKA Mosca 5-1Le foto di Roma - CSKA Mosca 5-1Le foto di Roma - CSKA Mosca 5-1Le foto di Roma - CSKA Mosca 5-1Le foto di Roma - CSKA Mosca 5-1Le foto di Roma - CSKA Mosca 5-1

Roma-CSKA 5-1 | Highlights Champions League | Video gol é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 00:03 di giovedì 18 settembre 2014.



No tags

I risultati e le classifiche del Girone B di Lega Pro 2014/2015, quarta giornata.

17 settembre 2014 – Dopo la quarta giornata del Girone B di Lega Pro si inizia a delineare la classifica. C’è una capolista solitaria ed è il Pisa, i nerazzurri vincono anche a Savona e il 2-0 ottenuto li proietta a quota dieci punti. All’inseguimento c’è un terzetto composto da Ascoli, Tuttocuoio e Pontedera, tutte a otto punti. I marchigiani hanno pareggiato in casa con il San Marino, il Pontedera ha raccolto un punto, sempre davanti al suo pubblico contro l’Aquila, il Tuttocuoio ha vinto a sorpresa in casa della Pro Piacenza. Ottima anche la vittoria della Reggiana in casa contro la Pistoiese che vale il quinto posto.

Dopo un inizio disastroso il Teramo coglie il secondo successo consecutivo, gli abruzzesi vincono in casa contro l’Ancona e salgono a quota sei. Nel primo match, giocato nel pomeriggio, il Prato si è aggiudicato il derby con la Lucchese imponendosi per 4-3. È invece finita in parità l’altra sfida tra toscane, Carrarese e Grosseto non vanno oltre lo 0-0. La giornata si chiude con gli ultimi due pareggi, due 1-1 quello tra Santarcangelo e Forlì e quello della Spal a Gubbio. Il Girone B della Lega Pro torna in campo sabato con le partite della quinta giornata.

Risultati Lega Pro Girone B | 4ª Giornata

Mercoledì 17 settembre 2014

Prato – Lucchese 4-3
Pro Piacenza – Tuttocuoio 0-1
Reggiana – Pistoiese 1-0
Santarcangelo – Forlì 1-1
Savona – Pisa 0-2
Teramo – Ancona 2-1
Ascoli – San Marino 1-1
Carrarese – Grosseto 0-0
Gubbio – Spal 1-1
Pontedera – L’Aquila 0-0

Classifica Lega Pro Girone B


Pisa 10
Ascoli 8
Tuttocuoio 8
Pontedera 8
Reggiana 7
Teramo 6
Savona 5
Lucchese 5
Prato 5
Grosseto 5
Pistoiese 4
Forlì 4
Carrarese 4
Spal 4
Santarcangelo 3
L’Aquila 3
San Marino 3
Ancona 2
Gubbio 2
Pro Piacenza -2

Lega Pro Girone B | Prossimo turno (20-21-22 settembre 2014)

Sabato 20 settembre 2014
Teramo – Gubbio ore 14,30
Ancona – Pro Piacenza ore 15,00
Lucchese – Pontedera ore 16,00
Pisa – Reggiana ore 17,00

Domenica 21 settembre 2014
Forlì – Carrarese ore 11,00
Prato – Savona ore 14,30
Tuttocuoio – L’Aquila ore 14,30
Spal – Ascoli ore 16,00
Grosseto – Pistoiese ore 18,00

Lunedì 22 settembre 2014
San Marino – Santarcangelo ore 20,45

La presentazione della giornata

pallone_legapro_20142015

Torna in campo il Girone B di Lega Pro per giocare la quarta giornata con un turno infrasettimanale. La prima partita in calendario è un derby toscano, quello tra Prato e Lucchese che inizierà alle 16. Cinque partite inizieranno alle 20:30, tra queste quella del Pisa che è atteso in trasferta dal Savona, una sfida tra due squadre in un buon periodo di forma. Alla stessa ora in campo anche la Pro Piacenza a caccia di riscatto contro il Tuttocuoio, la Pistoiese e il Teramo vogliono invece continuità e proveranno a trovarla a Reggio Emilia contro la Reggiana i toscani e in casa contro l’Ancona gli abruzzesi.

Alle 20:45 è previsto il fischio d’inizio delle ultime quattro partite della giornata. L’Ascoli capolista attende al Cino e Lillo Del Duca il San Marino, primo in classifica è anche il Pontedera che ospita L’Aquila, protagonista di un avvio non particolarmente brillante. C’è l’ennesimo derby toscano, quello tra Carrarese e Grosseto, due undici che non hanno convinto fino in fondo. L’ultima partita in programma è a Gubbio, gli umbri, fermi a quota un punto, ospitano la Spal reduce dalla prima vittoria e dai primi punti stagionali, inutile dire che i ferraresi vorranno provare ad allungare la striscia positiva.

Lega Pro, Girone B: i risultati e le classifiche della quarta giornata del 17 settembre 2014 é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 23:05 di mercoledì 17 settembre 2014.



No tags

Ecco tutti i risultati finali della prima giornata dei gironi della Champions League 2014/2015. Bene Juventus e Roma, entrambe vittoriose rispettivamente contro Malmö e CSKA Mosca.

Risultati Champions League | La prima giornata

    Le partite di martedì 16 Settembre:

    Girone A

    Juventus – Malmö 2-0 Risultato finale
    [59′ e 90′ Tevez (J)]

    Olympiakos – Atletico Madrid 3-2 Risultato finale
    [13′ Masuaku (O); 31′ Afellay (O); 38′ Mandzukic (A); 73′ Mitroglou (O); 87′ Griezmann (A)]

    Girone B

    Real Madrid – Basilea 5-1 Risultato finale
    [14′ aut. Suchy (B); 30′ Bale (RM); 31′ C. Ronaldo (RM); 37′ J. Rodriguez (RM); 38′ Gonzalez (B); 80′ Benzema (RM)]

    Liverpool – Ludogorec 2-1 Risultato finale
    [82′ Balotelli (L); 91′ Abalo (LU); 93′ rig. Gerrard (L)]

    Girone C

    Benfica – Zenit San Pietroburgo 0-2 Risultato finale
    [6′ Hulk (Z); 22′ Witsel (Z)]

    Monaco – Bayer Leverkusen 1-0 Risultato finale
    [61′ Moutinho (M)]

    Girone D

    Borussia Dortmund – Arsenal 2-0 Risultato finale
    [45′ Immobile (B); 48′ Aubameyang (B)]

    Galatasaray – Anderlecht 1-1 Risultato finale
    [52′ Praet (A); 91′ Yilmaz (G)]

    Le partite di mercoledì 17 Settembre:

    Girone E

    Bayern Monaco – Manchester City 1-0 Risultato finale
    [90′ J.Boateng (B)]

    Roma – CSKA Mosca 5-1 Risultato finale
    [6′ Iturbe (R), 10′ e 31′ Gervinho (R), 20′ Maicon (R), 50′ aut. Ignashevich (R), 82′ Musa (C)]

    Girone F

    Ajax – Paris Saint-Germain 1-1 Risultato finale
    [14′ Cavani (P), 74′ Schone (A)]

    Barcellona – APOEL Nicosia 1-0 Risultato finale
    [28′ Piqué (B)]

    Girone G

    Chelsea – Schalke 04 1-1 Risultato finale
    [11′ Fabregas (C), 62′ Huntelaar (S)]

    Maribor – Sporting Lisbona 1-1 Risultato finale
    [80′ Nani (S), 90+2′ Zahovic (M)]

    Girone H

    Athletic Bilbao – Shakhtar Donetsk 0-0 Risultato finale

    Porto – BATE Borisov 6-0 Risultato finale
    [6′, 32′ e 57′ Brahimi (P), 37′ J.Martinez (P), 61′ A.Lopez (P), 76′ Aboubakar (P)]

Champions League 2014-2015: 1a giornata, le partite di mercoledì

22:38 – Terminate tutte le partite.
22:35 – Gol di Zahovic al 92esimo. Maribor-Sporting 1-1.
22:34 – Gol di Jerome Boateng al 90esimo! Bayern-City 1-0!
22:25Gol di Musa. Roma-CSKA Mosca 5-1.
22:22 – Gol di Nani. Maribor – Sporting Lisbona 0-1.
22:17 – Gol di Aboubakar. Porto-BATE Borisov 6-0.
22:14 – Gol di Schone. Ajax-PSG 1-1.
22:05 – Gol di Huntelaar. Chelsea-Schalke 1-1.
22:01 – Gol di Adrian Lopez. Porto-BATE Borisov 5-0.
21:57 – Tripletta di Brahimi. Porto-BATE Borisov 4-0.
21:545-0 della Roma al 51esimo! Autogol di Ignashevich!
21:49 – Secondo tempo iniziato su tutti i campi.
21:46 – Stanno iniziando i secondi tempi.
21:33 – Primo tempo terminato su tutti i campi.
21:23 – 3-0 Porto sul BATE Borisov. Gol di Jackson Martinez.
21:18 – Doppietta di Yacine Brahimi. Porto-BATE Borisov 2-0.
21:16Ancora Gervinho! Roma sul 4-0!
21:14 – Gol di Gerard Piqué. Barcellona in vantaggio sull’APOEL.
21:063-0 della Roma! A segno Maicon!
20:57 – Gol di Cavani. Ajax-PSG 0-1.
20:57 – Gol di Fabregas. Chelsea-Schalke 1-0.
20:55Raddoppio della Roma! Gervinho!
20:52Gol di Iturbe! Roma-CSKA Mosca 1-0!
20:50 – Gol di Yacine Brahimi. Porto in vantaggio sul BATE Borisov.
20:47 – Iniziate tutte le partite.
20:35 – Dieci minuti al calcio d’inizio delle partite di questa sera.
18:45 – Tra due ore il calcio d’inizio delle partite di Champions Legue. La Roma affronterà allo Stadio Olimpico i russi del CSKA Mosca.

Champions League 2014-2015: 1a giornata, le partite di martedì

Nella prima giornata di Champions League 2014-2015 dei gruppi A, B, C e D ci sono stati gol in tutte e otto le partite. Nel girone A vittoria della Juventus per 2-0 sul Malmö grazie a una doppietta di Tevez. I bianconeri sono primi, ma anche l’Olympiakos ha guadagnato tre punti in casa contro l’Atletico Madrid. Nel girone B vittoria per il Real Madrid per 5-1 sul Basilea e per il Liverpool per 2-1 in extremis sul Ludogorec. Nel girone C hanno vinto lo Zenit San Pietroburgo in casa del Benfica per 2-0 e il Monaco contro il Leverkusen per 1-0. Nel girone D l’unico pareggio, quello tra Galatasaray e Anderlecht, mentre il Borussia Dortmund ha battuto l’Arsenal per 2-0.

Due i gol italiani: quello di Ciro Immobile, che ha portato il suo Borussia Dortmund in vantaggio 1-0 sull’Arsenal, e quello di Mario Balotelli che ha segnato il primo gol del Liverpool contro il Ludogorets.

22:38 – Si sono conclude tutte le partite di oggi.
22:35 – Il Liverpool passa di nuovo in vantaggio grazie a un rigore al 93′ trasformato da Gerrard.
22:32 – Raddoppio della Juventus con Tevez, autore di una doppietta.
22:32 – Il Galatasaray ha pareggiato con l’Anderlecht grazie a un gol di Yilmaz.
22:32 - Il Ludogorets ha pareggiato con Abalo nel primo minuto di recupero.
22:31 – Gol di Griezmann dell’Atletico Madrid che perde 3-2 in casa dell’Olympiakos.
22:24 – L’unica partita senza gol finora era Liverpool-Ludogorets, ma ora si è sbloccata anche questa con un gol di Mario Balotelli.
22:21 – Quinto gol del Real Madrid contro il Basilea: lo ha segnato Benzema.
22:17 – L’Olympiakos si porta sul 3-1 contro l’Atletico Madrid con un gol di Mitroglou.
22:04 – A segno il Monaco contro il Leverkusen con un gol di Moutinho.
22:04 – La Juventus ha sbloccato il risultato con un gol di Carlos Tevez. 1-0 contro il Malmö.
21:53 – Gol dell’Anderlecht contro il Galatasaray di Cesare Prandelli. Ha segnato Dennis Praet.
21:49 – Raddoppio del Borussia Dortmund con Pierre Aubameyang.
21:46 – Sta cominciando il secondo tempo. I primi a tornare in campo sono i giocatori del match Galatasaray-Anderlecht.
21:33 – I primi tempi si sono conclusi su tutti i campi.
21:30 – Gol del Borussia Dortmund con l’italiano Ciro Immobile. 1-0 Sull’Arsenal.
21:23Mandzukic accorcia le distanze per l’Atletico Madrid, ora l’Olympiakos conduce 2-1.
21:23 – E ora è il Real Madrid a subire un gol dal Basilea, messo a segno da Derlis Gonzalez.
21:22 – Il Real Madrid si porta sul 4-0 con un gol di James Rodriguez.
21:16 – Ancora in gol il Real Madrid con Cristiano Ronaldo. 3-0 per le merengues contro il Basilea.
21:16 – C’è un’altra squadra che si porta sul 2-0: è l’Olympiakos contro l’Atletico Madrid grazie a una rete di Afellay.
21:15 – Raddoppia anche il Real Madrid contro il Basilea con un gol di Bale.
21:08 – Raddoppio dello Zenit con Witsel. Il Benfica sta giocando in dieci per l’espulsione di Artur avvenuta al 18′.
20:59 – Passa in vantaggio anche il Real Madrid contro il Basilea grazie a un autogol di Suchy.
20:58 – L’Olympiakos è passato in vantaggio contro l’Atletico Madrid con un gol di Masuaku.
20:51 – Arriva il primo gol, è dello Zenit di San Pietroburgo in casa del Benfica, ha segnato Hulk.
20:45 – Comincia ufficialmente la fase a gironi della Champions League 2014-2015. Fischio d’inizio per tutte le otto partite di questa sera dei gruppi A, B, C e D.

Champions League: 1a giornata, 16/17 Settembre

Risultati diretta Champions League 16-17 settembre 2014

Comincia una intensa due giorni di Champions League. La prima giornata dell’edizione 2014-2015 è ricca di sfide interessanti. Si comincia martedì 16 settembre con le prime otto partite, quelle dei gruppi A, B, C e D e si prosegue mercoledì 17 settembre con gli altri otto match, quelli dei gruppi E, F , G e H. Tutte le partite si disputano allo stesso orario, le 20:45.

Le italiane in gioco, come ben sappiamo, sono dolo due: la Juventus, che esordisce oggi in casa contro il Malmö (o Malmoe che dir si voglia), e che è inserita nel gruppo A insieme con Olympiacos e Atletico Madrid, e la Roma, che domani, anch’essa in casa, affronta i russi del CSKA Mosca ed è inserita nel gruppo E con Bayern e Manchester City. Entrambe le partite delle squadre italiane saranno seguite da Calcioblog con delle dirette ad hoc per commentarle minuto per minuto. Qui, su questa pagina, invece, troverete tutti i risultati aggiornati in tempo reale, di tutte le sedici partite di questi due giorni, più le classifiche degli otto gironi, anch’esse aggiornate live dopo ogni gol.

Martedì dunque dalle ore 20:45 assisteremo, per il gruppo A, oltre che alla già citata Juventus-Malmö, anche alla sfida tra l’Olympiacos e l’Atletico Madrid. Per il gruppo B, invece, abbiamo da una parte Liverpool-Ludogorets, con il ritorno in Champions di Mario Balotelli, e dall’altra i campioni in carica del Real Madrid di Carletto Ancelotti che accolgono al Bernabeu gli svizzeri del Basilea.

Nel gruppo C il Monaco ospita il Leverkusen mentre il Benfica, la finalista (sconfitta dal Siviglia ai rigori) dello scorso anno in Europa League, gioca in casa contro lo Zenit.
Per quanto riguarda il gruppo D abbiamo stasera l’esordio in Champions con il Galatasaray dell’ex ct della nazionale italiana Cesare Prandelli che affronta in casa l’Anderlecht, mentre il Borussia Dortmund ospita l’Arsenal in una delle sfide più interessanti della giornata.

Passiamo a mercoledì, sempre alle 20:45 di sera. Oltre a Roma-CSKA Mosca per il gruppo E andrà in scena anche la sfida tra Bayern e Manchester City. Nel gruppo F assisteremo al match del Camp Nou tra lo stellare Barcellona e il mediocre Apoel, squadra cipriota dalle speranze quasi nulle, mentre dall’altra parte ci sarà una sfida un po’ più interessante, quella tra l’Ajax e i campioni di Francia del Paris Saint Germain.

Anche nel gruppo G c’è una sfida degna di nota e una molto meno interessante: da una parte, infatti, abbiamo il Chelsea di José Mourinho che ospita lo Schalke 04, dall’altra la meno entusiasmante Maribor-Sporting Lisbona.
Infine, per quanto riguarda il gruppo H, la doppia sfida di questa settimana è Porto-Bate Borisov e Athletic Bilbao-Shakhtar.

Risultati Champions League | Finale: Roma 5-1. Vincono anche Barcellona, Bayern e Porto é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 22:42 di mercoledì 17 settembre 2014.



No tags

Roma-CSKA Mosca | Le Formazioni Ufficiali

Roma-CSKA Mosca, Ecco le Formazioni Ufficiali:

ROMA (4-3-3): 26 De Sanctis, 13 Maicon, 44 Manolas, 23 Astori, 35 Torosidis, 15 Pjanic, 20 Keita, 4 Nainggolan, 7 Iturbe, 10 Totti, 27 Gervinho.

CSKA MOSCA (4-2-3-1): 35 Akinfeev; 2 Mario Fernandes, 24 V. Berezutski, 4 Ignashevich, 14 Nababkin; 23 Milanov, 66 Natcho; 7 Tosic, 25 Eremenko, 88 Doumbia; 18 Musa.

Roma-CSKA Mosca | Le Probabili Formazioni

.
19:16 – Secondo quanto ha appena riportato Angelo Mangiante di Sky Sport, dovrebbe giocare Torosidis e non Cole sulla fascia sinistra.

19:01 – Poco meno di due ore al calcio d’inizio di Roma-CSKA Mosca. Al momento non ci sono novità sulla formazione scelta da Rudi Garcia che scenderà in campo questa sera.

ROMA (4-3-3): 26 De Sanctis, 13 Maicon, 44 Manolas, 23 Astori, 35 Torosidis, 15 Pjanic, 20 Keita, 4 Nainggolan, 7 Iturbe, 10 Totti, 27 Gervinho. A disposizione: 28 Skorupski, 2 Yanga-Mbiwa, 25 Holebas, 3 Cole, 24 Florenzi, 8 Ljajic, 22 Destro. Allenatore: Garcia.

CSKA MOSCA (4-2-3-1): 35 Akinfeev; 2 Mario Fernandes, 24 V. Berezutski, 4 Ignashevich, 14 Nababkin; 23 Milanov, 66 Natcho; 7 Tosic, 25 Eremenko, 88 Doumbia; 18 Musa. A disposizione: 1 Chepchugov, 6 A. Berezutski, 42 Shchennikov, 91 Chernov, 15 Efremov, 8 Panchenko, 71 Bazelyuk. Allenatore: Slutski.

Roma-CSKA Mosca: la partita | Champions League

cl1415_romcska

Roma-CSKA Mosca, 17 settembre 2014. Esordio in Champions League per la Roma di Rudi Garcia, che ospita allo stadio Olimpico i russi del CSKA Mosca. Per i giallorossi sarà fondamentale conquistare subito tre punti, visto che il girone in cui è stata inserita dal sorteggio di Montecarlo, il Gruppo E, è composto da due grossi calibri come Manchester city e Bayern Monaco. Nonostante l’avversario sia assolutamente alla portata dei giallorossi, il tecnico francese vuole evitare qualsiasi distrazione, provando a cavalcare l’entusiasmo che pervade l’ambiente in seguito alle vittorie maturate in campionato contro Fiorentina ed Empoli.

Il CSKA si presente all’Olimpico in un buono stato di forma: attualmente occupa il terzo posto nel massimo campionato russo, alle spalle di Zenit San Pietroburgo e Spartak Mosca e può contare sulla qualità di Doumbia ed Eremenko. In difesa, l’esperienza dell’estremo difensore Akinfeev e del centrale Berezutski. Quanto alla formazione della Roma, rispetto agli undici scesi in campo contro l’Empoli sabato scorso, Garcia effettuerà diversi cambi. Lo squalificato De Rossi sarà sostituito dall’ex Barca Keita, che potrà garantire esperienza internazionale, mentre il tridente offensivo sarà costituito da capitan Totti, Gervinho e Iturbe, a riposo contro i toscani. Ballottaggio sulla sinistra tra l’esperto Cole e il greco Holebas, mentre al centro Astori sarà nuovamente titolare al posto dell’infortunato Castan.

Roma-CSKA Mosca | I convocati di Garcia

.
Sono 19 i convocati della Roma per l’esordio in Champions League 2014-2015 contro il CSKA Mosca, eccoli: Astori, Holebas, Cole, De Sanctis, Destro, Florenzi, Gervinho, Iturbe, Keita, Ljajic, Maicon, Manolas, Nainggolan, Paredes, Pjanic, Skorupski, Torosidis, Totti, Yanga-Mbiwa.

Roma-CSKA Mosca | Diretta TV e streaming

.
Roma-CSKA Mosca sarà trasmessa in diretta TV in chiaro da Canale 5 con calcio d’inizio alle 20:45. La gara è in esclusiva Mediaset, quindi non sarà visibile per gli abbonati a Sky. Lo streaming sarà disponibile a partire da pochi minuti prima il calcio d’inizio sul portale Sportmediaset.it e tramite le apposite app ufficiali compatibili con smartphone e tablet.

Roma-CSKA Mosca | Probabili formazioni della vigilia

.
Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Astori, Manolas, Cole; Pjanic, Keita, Nainggolan; Iturbe, Totti, Gervinho

CSKA Mosca (4-3-3): Akinfeev; Fernandes, Berezutski, Ignaschevich; Nababkin, Milanov, Natcho; Doumbia, Eremenko, Tosic, Musa.

Roma-CSKA Mosca 5-1 | Champions League | Risultato Finale é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 22:35 di mercoledì 17 settembre 2014.



No tags

Una brutta, bruttissima notizia giunge da Kiev dove domani l’Inter affronterà in Europa League la Dnipro: questa mattina è morto l’ex colonna della Dinamo Kiev e della Nazionale Ucraina Andrey Gusin, 42 anni da compiere il prossimo 11 dicembre e ben noto agli appassionati di calcio internazionale. Il povero Gusin stava provando la sua motocicletta in vista del Chaika Raceway, quando in una curva di un circuito sito alla periferia della capitale, ha perso il controllo del mezzo cadendo rovinosamente. E’ morto poco dopo in ospedale lasciando nello sgomento la moglie e tre figli.

Come detto la notizia ha sconvolto la nazione, anche perché Gusin era molto amato per i suoi trascorsi calcistici: con la Dinamo Kiev aveva vinto 7 scudetti, 5 coppe e una supercoppa, mentre con la maglia gialla e blu della nazionale aveva partecipato da protagonista ai Mondiali tedeschi del 2006 quando Shevechenko e soci si dovettero arrendere solo ai quarti di finale contro l’Italia (nella foto in basso un azione di quella partita con Grosso contrastato proprio da Gusin). In totale aveva collezionato 71 presenze in nazionale e più di 200 con la Dinamo, con la quale aveva anche raggiunto le semifinali di Champions nel 1998 (perse contro il Bayern Monaco).

Quarter-final Italy v Ukraine - World Cup 2006

Dopo i Mondiali tedeschi aveva annunciato, all’età di 34 anni, che non avrebbe più vestito la maglia dell’Ucraina, continuando la sua avventura calcistica in Russia (dove era già approdato nel 2005 firmando un biennale per Krylia Sovetov); quindi dal 2009, anno in cui appese le scarpette al chiodo dopo una carriera da grande centrocampista, aveva avuto alcune esperienza come vice allenatore, sempre in Russia, l’ultima delle quali fino al maggio scorso come secondo all’Anzhi Makhachkala. A 41 anni aveva voluto dedicarsi alla sua grande passione per i motori, passione che purtroppo per lui è stata fatale. Oggi Andrey Gusin è morto.

L'Ucraina piange la morte di Andrey Gusin: sfidò l'Italia nei Mondiali 2006 é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 18:05 di mercoledì 17 settembre 2014.



No tags

Non c’è pace per il Leeds United, club di Championship inglese, la corrispondente della nostra serie B, che da qualche mese è diventato di proprietà di Massimo Cellino. L’ex patron del Cagliari, sta confermando anche in terra britannica di essere un vero e proprio mangia-allenatore e ora avrebbe deciso di smetterla di cambiare guida tecnica. Dopo due esoneri e tre nuovi manager contattati e poi scartati, pare sia pronto ad affidarsi al software Globall Coach. Negli ultimi giorni sarebbero stati contattati altri tecnici, ma conoscendo gli usi e i costumi di Cellino, nessuno sarebbe disposto più a sedersi sulla panchina dei ‘Peacock’, per essere magari bruciati nel giro di poche settimane.

L’ultimo esonero in ordine è quello di David Hockaday, allontanato lo scorso 28 agosto dopo soli due mesi di lavoro. I tabloid britannici hanno accostato al club di Cellino ex calciatori del calibro di Robbie Fowler, Jimmy Floyd Hasselbaink e James Beattie, allo stato attuale nessuno di loro dovrebbe firmare per il Leeds. Il principale terreno di scontro, sarebbe riconducibile all’idea di allenatore da parte del presidente, che vorrebbe un allenatore all’italiana, che non si occupi di mercato e di altri vicende societarie. Anche Alejandro Sabella, ex CT della nazionale argentina, ha detto no e ora l’ultima chance potrebbe essere il ricorso al software Globall Coach, un’applicazione realizzata dalla Elite Sport Tecnologies e che avrebbe come sponsor il tecnico del Napoli, Rafael Benitez.

Leeds United v Middlesbrough - Sky Bet Championship

Globall Coach è in grado di organizzare in tutto e per tutto sessioni di allenamento, oltre che analizzare i dati relativi ai giocatori, fornendo informazioni importanti su chi sia meglio schierare in campo. Non mancano le funzioni di analisi delle squadre avversarie, delle quali vengono evidenziati punti deboli e punti di forza. A spingere verso l’accordo, anche il CEO della Elite Sport Tecnologies, società che ha sede proprio vicino Leeds e sostanzialmente giocherebbe in casa:

“La nostra azienda ha base vicino a Leeds – dice Coleman – , qua tifiamo quasi tutti per quella squadra. Non possiamo ignorare il peso e l’importanza storica del club. Globall Coach può dare quella continuità di risultati che al Leeds manca. Ovviamente il software non avrà intuizioni geniali, quelle le può avere solo la mente umana. Ma per quanto riguarda l’allenamento e tattica, niente può battere Globall Coach”.

Pare che nelle prossime ore ci sarà un incontro tra Cellino e il CEO di Elite Sport Tecnologies, per porre le basi di un accordo.

Leeds, Cellino: basta allenatori, in panchina ci va il computer? é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 16:41 di mercoledì 17 settembre 2014.



No tags

Piano piano Mario Balotelli si sta integrando nella sua nuova squadra, il Liverpool, con i tifosi che lo hanno accolto a braccia aperte, ma prima di loro lo spogliatoio tutto che ha capito che per far rendere Super Mario c’è bisogno di continui sproni ed elogi. Appena arrivato sulle rive del Mersey l’attaccante bresciano ha ripetuto un copione già visto: tanta voglia di fare bene fin da subito, la consapevolezza di dover correre e sgobbare per guadagnarsi la fiducia dell’ambiente. E al White Hart Lane in casa del Tottenham, ha subito mostrato le sue qualità sacrificandosi come è raro per lui, risultando decisivo nella vittoria per 3-0 finale, pur senza andare in gol.

Subito grandi elogi: l’allenatore Brendan Rodgers lo ha pubblicamente lodato per la classe e l’impegno, idem hanno fatto i compagni di squadra, mentre tra i tifosi dei Reds si è scatenata la caccia alla sua maglietta numero 45 (e non solo, anche t-shirt raffigurando il Super Mario dei videogiochi e una sciarpa con su scritto “Mario is back“). All’esordio ad Anfield contro l’Aston Villa, la brusca frenata: Gerrard e soci riescono a perdere contro l’Aston Villa e Balotelli, titolare e con tutti gli occhi addosso, ha disputato una partita a dir poco insufficiente. Il giorno dopo è scoppiata la gossip-mania con i tabloid che lo hanno punzecchiato attribuendogli questo o quel flirt.

Anche gli addetti ai lavori, capaci di far passare dalle stelle alle stalle a stretto giro di posta, hanno cominciato a nutrire i primi dubbi: chi è il vero Mario, quello volenteroso visto contro gli Spurs o quello abulico andato in scena contro i Villans? Dopo lo 0-1 di sabato scorso nessun elogio, solo silenzio e qualche dubbio di troppo. Fino alla partita di Champions League contro il Ludogorets: l’esordio nella massima competizione europea di fronte al proprio pubblico ha di nuovo messo in mostra un Balotelli voglioso di lasciare il segno. E il gol con cui ha sbloccato la partita sotto la Kop, ma non solo perché ha anche corso tanto, ha subito riportato l’entusiasmo ad alti livelli.

Liverpool FC v PFC Ludogorets Razgrad - UEFA Champions League

Dopo il fischio finale, con i tre punti ottenuti in extremis, il capitano e match-winner Steven Gerrard ha detto: “Ha segnato un gol molto importante. C’era tanta attesa e non era facile segnare proprio stasera in una gara molto bloccata. Al di là della rete ha dimostrato a tutti grande impegno e voglia di sacrificarsi“. Parole al miele anche da parte dell’allenatore Brendan Rodgers: “Ci ha regalato un meraviglioso finale, con un colpo da giocatore di classe mondiale. Mario è abituato a segnare ma per farlo deve stare più in area di rigore. Lui ha grande forza fisica e un fantastico tocco di palla. Stasera ha lavorato duro anche se deve deve ancora trovare la condizione migliore“.

Primo giocatore italiano a fare gol in Champions con quattro squadre diverse, lo stesso Balotelli ha sentito l’esigenza di affidarsi ai social network per esprimere la sua soddisfazione per il gol e la prestazione contro i bulgari; lo ha fatto stamani, al risveglio, con piglio filosofico:

Good morning Liverpool! Good morning everybody! Today is a new day! We dont care about the past! We work for the future

— Mario Balotelli (@FinallyMario) 17 Settembre 2014

Sabato sul campo del West Ham il quarto atto: sarà di nuovo un flop o cavalcherà l’onda della notte europea?

Liverpool, montagne russe per Balotelli: elogi, critiche, elogi é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 15:12 di mercoledì 17 settembre 2014.



No tags

Notizia choc arrivata dall’Argentina. L’esterno offensivo del Newcastle, Jonas Gutierrez è in cura per un tumore ai testicoli. A svelarlo è stato lo stesso calciatore in un’intervista televisiva.

Il cancro è stato piuttosto aggressivo tanto da richiedere un’immediata operazione con l’asportazione del testicolo sinistro. Gutierrez è ancora in cura in Argentina e si sta sottoponendo a cicli di chemioterapia per debellare la terribile malattia. La chemio gli ha causato la caduta dei capelli, un’ulteriore beffa per un calciatore che aveva fatto della folta e lunga chioma una caratteristica distintiva dentro e fuori dal campo.

Nell’intervista, ripresa anche dalla Gazzetta dello Sport, Gutierrez racconta il difficile momento che sta vivendo

È stata dura vedere i miei capelli che cadevano. Non volevo tagliarli. Lottare contro un cancro rende insignificanti tutti gli altri problemi (…) Ho capito che i soldi non sono importanti. Ciò che conta è la salute e questa è la partita più difficile che devo giocare

Tanti i colleghi che non hanno fatto mancare il loro sostegno a Jonas. Tra questi i connazionali Coloccini, suo compagno di squadra al Newcastle, Lavezzi, Demichelis e Heinze. Immancabile il supporto, morale, dei tifosi dei Magpies che, ogni weekend, affollano le tribune del St.James Park e di altri stadi d’Inghilterra. In questa stagione, Gutierrez non ha disputato alcun match e la malattia lo ha colpito poco dopo il ritorno dal prestito semestrale al Norwich, club retrocesso in Championship.

La storia di Gutierrez ricorda molto quella, recente, vissuta da Francesco Acerbi, il difensore del Sassuolo colpito anche lui dal cancro testicolare. La speranza è di assistere allo stesso, lieto, finale…

Il dramma di Jonas Gutierrez, colpito da cancro ai testicoli é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 13:51 di mercoledì 17 settembre 2014.



No tags

La partenza ad handicap è più che giustificata, il Vicenza ha approcciato alla Serie B con tanta accortezza in difesa ma anche poca fantasia in attacco: ripescata a fine agosto, i veneti erano pronti per un campionato di terza serie e proprio per questo gli è stato concesso di operare sul mercato fino a metà settembre. Un vantaggio che il ds dei berici Andrea Gazzoli ha sfruttato a pieno, lavorando come ogni direttore sognerebbe di fare: pescando a piene mani senza la concorrenza dei colleghi. Tutto è più facile così perché le squadre a bocce ferme hanno bene a mente quali e quanti sono gli esuberi in rosa e allora mandare in prestito qualche giocatore in Serie B non può che essere conveniente: è il ragionamento che ha fatto il Genoa che ha fornito i biancorossi di Ragusa, Alhassan e Sampirisi, idem per il Palermo, che sempre in prestito ha fatto partire destinazione Veneto Di Gennario e Lores.

Dalla Juve è arrivato il giovane difensore spagnolo Pol Garcia, quindi Figliomeni dal Latina, e ancora Moretti dal Catania e lo svincolato Sciacca. Tutti e nove presentati ieri, tanto materiale per l’allenatore Giovanni Lopez che sabato andrà coi suoi ragazzi al Curi per affrontare la capolista Perugia; il già citato Gazzoli spiega le due settimane di mercato solitario:

“Abbiamo voluto presentare tutti i nuovi arrivati anche per sgombrare il campo da equivoci. Il Vicenza dal 29 agosto ha fatto tutto quello che voleva e poteva fare. Sono arrivati giocatori importanti per la categoria, qualcuno anche giovane e mosso pertanto da forti motivazioni. Si tratta di calciatori che rappresentano le prime scelte da parte della direzione sportiva. Si è parlato di pazienza ma dobbiamo comunque fare risultati. Siamo soddisfatti del lavoro fatto. In questo campionato ci possiamo stare, a maggior ragione con gli ultimi acquisti”.

calcio-nuovi-vicenza

Qualcuno in sala stampa gli ha fatto notare proprio il fatto che operare senza rivali è più semplice:

“Chi è arrivato è perché lo ha voluto fortemente. Altre squadre di Serie B non hanno ingaggiato questi calciatori perché a differenza di altre società il Vicenza ci è riuscito, naturalmente potendo anche sfruttare la proroga del mercato. Non si rifiuta Vicenza tanto facilmente. Nel momento in cui si sceglie una squadra e un giocatore mi piace molto l’aspetto della scelta che deve essere condivisa da entrambe le parti perché in campo il calciatore può sentirsi così padrone della decisione intrapresa. Ritengo che, complice gli infortuni e il campionato di serie B questa rosa non sia esagerata, considerando poi che disponiamo di quattro portieri”.

Trentaquattro elementi in rosa e decine di volti nuovi (anche prima del ripescaggio il club si era dato da fare in sede di mercato): il Vicenza vuole restare in Serie B, senza se e senza ma.

Vicenza e il mercato extra-large: senza rivali è più facile comprare é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 13:29 di mercoledì 17 settembre 2014.



No tags

Older posts >>

Theme Design by devolux.nh2.me